Dedico questo blog a mia madre, meravigliosa farfalla dalle ali scure e dal cuore buio, totalmente priva del senso del volo e dell'orientamento e, per questo, paurosa del cielo aperto. Nevrotica. Elusiva. Inafferrabile.

martedì 7 luglio 2009

I bevitori di birra

Guardati intorno, baby
E dimmi cosa davvero vedi.
Contempla il firmamento.
Gas luminoso di scorregia eterea.
Invasiva.
Che ha prodotto le stelle.
I bevitori di birra lo sanno.
I bevitori di birra sono dentro l'infinito.
Ispirati dalla schiuma delle loro pinte.
Inventano storie.
E ti spiegano la loro cosmologia.
I bevitori di birra, baby, sono angeli scaraventati nel fondo di una botte.
Sono quelli che farfugliano, con voci innocenti, ehy wow  yeah.
E ti conquistano col sorriso delle loro pance gonfie.
 E dei loro denti guasti.

Anteprima

6 commenti:

  1. Bello questo quandro che potrebbe riguardare persone che vivono un pò ai margini. Lo ricavo anche dalla foto.
    Nella mia rappresentazione immagino questi bevitori seduti di notte in aperta campagna, coricati in un campo di erba che ammirano le stelle e si scolano le loro birre fresche.
    Si raccontano storie fra di loro, tra le quali la tua sulla nascita delle stelle.
    Immersi in una cosmologia magari ai margini della scienza, ma che porta con se amore per la vita e sincerità.
    Lorenzo

    RispondiElimina
  2. come sei brava,mi perdo nel tuo modo di scrivere,beh,la birra mi piace tanto,x i denti,non sono guasti,la pancia gonfia,no,niente pancia,scherzo, ottimo post,sei grande, vai avanti,ciao marilena.

    RispondiElimina
  3. Grazie Lorenzo per questo commento così rappresentativo.
    Hai penetrato appieno l'atmosfera del mio post.
    Le persone ai margini......a volte le viviamo come alieni. O qualcosa di cui aver paura.
    Minano le nostre sicurezze.
    Un domani potremmo essere noi gli alieni.
    I bevitori di birra.
    I barboni.
    Gli emarginati.
    Per questo ci fanno paura.
    C'imbarazzano.
    Perchè la nostra cosmologia è circoscritta nel perimetro del nostro appartamento.
    E, fuori, quasi mai ci sono le stelle.
    Grazie davvero per questo bellissimo commento
    A presto
    Marilena

    RispondiElimina
  4. Ehilà achab, anche tu bevitore di birra?
    Io l'adoro.
    Niente pancia. E niente denti guasti.
    Siamo gente accorta!
    Scherzo naturalmente.
    Quello dei denti guasti è solo frutto del mio immaginario. Un sorriso è meraviglioso sempre.
    Questo è il messaggio.
    Grazie davvero achab per i tuoi commenti.
    E per la tua sensibilità
    Con amicizia
    Marilena

    RispondiElimina
  5. Bello davvero questo post, quando vivevo in Svizzera di bevitori di birra ne vedevo tanti...è la loro bevanda preferita, certo nessuno aveva l'aria da emarginato ma erano davvero molto allegri, alcuni raccontavano storie fantastiche e forse hanno contribuito ad accendere ancora di più la mia fantasia che mi perdevo ad ascoltarli con gli occhi rapiti.
    Ti aggingo ai blog che seguo, spero non Ti dispiaccia :)

    RispondiElimina
  6. Ciao Francesca, la birra esalta la fantasia e stimola la comunicazione. A differenza dell'alcool non rende introversi.
    I bevitori di birra......in questo post assurgono come rappresentanti di quelle categorie di persone che vivono "ai margini".
    Di quelli non conformi alle regole.
    Di queste persone vediamo solo l'esterno: gli stracci, gli odori, il logoramento.
    Ma la loro umanità ci sfugge.
    Non la vediamo. Perchè non c'interessa.
    Sono solo fantasmi con gli occhi allucinati e le fisionomie stralunate.
    Da starne, prudentemente, alla larga.
    Grazie Francesca per il tuo passaggio
    E per questo commento
    Marilena
    (Certo che puoi aggiungermi al tuo elenco blog. Contraccambiando con piacere)

    RispondiElimina